Seleziona Pagina

Il tuo ex non muore mai

Il tuo ex non muore mai
Titolo: Il tuo ex non muore mai
Poster:
Il tuo ex non muore mai
Data di uscita: 2018-08-02
Durata: 117 minuti
Genere: Action, Comedy
Budget: 40.000.000$
Titolo in lingua originale: The Spy Who Dumped Me
Voto (1-5 Stelle): ⭐⭐⭐⭐


L’accoppiata di Mila Kunis e Kate McKinnon in una commedia d’azione classificata 18+ (vietata ai minori di 18 anni) sembrerebbe la perfetta fuga di fine estate per distrarsi durante la visione di una commedia. Entrambe le attrici hanno dimostrato per anni di essere in grado di svolgere qualsiasi compito gli capiti a tiro, e i loro stili contrastanti hanno mantenuto la promessa di un’alchimia vertiginosa e infiammabile. Kunis è molto furba e mordente, McKinnon è un turbine selvaggio e audace.

La commedia non è il problema più grande in il tuo ex non muore mai

La commedia non è (del tutto) il problema in questo film, è l’estrema violenza, che funge da contrasto stridente con le buffonate sciocche. Le uccisioni sono in realtà più esagerate di quelle che si vedono in un film di spionaggio. La regista e co-sceneggiatrice Susanna Fogel ha difficoltà a raggiungere un equilibrio tonale tra la commedia e l’azione, che diventa sempre più evidente nel corso della lunga durata del film.

Amicizia femminile

E poi, alla base di tutte le disavventure dei personaggi c’è il tema fondamentale dell’amicizia femminile duratura di due donne che si sostengono a vicenda a prescindere da tutto e che alla fine si aiutano a scoprire il loro scopo nella vita. Come idea non è affatto male ma questo elemento avrebbe avuto una risonanza più forte se i personaggi in questione fossero stati sviluppati meglio. Così com’è, ogni donna è poco più di una raccolta di stranezze, anche divertenti.

Il tuo ex non muore mai

Kunis e McKinnon co-protagonisti nel ruolo di Audrey e Morgan, migliori amici e coinquilini che condividono un modesto appartamento a Los Angeles. Audrey fa la cassiera in un negozio di alimentari; Morgan è un’attrice disoccupata. Audrey vaga esitante nella vita senza mai finire ciò che inizia; Morgan è un’attrice nata che vive per sperimentare tutto. Ma quando il fidanzato di Audrey, Drew (Justin Theroux), la scarica con un SMS, le due amiche scoprono che era segretamente una spia.

Quando gli invasori ben armati irrompono in casa loro e sparano a Drew proprio davanti a loro, Audrey e Morgan capiscono che devono compiere la sua missione, che li porta a Vienna, Praga, Parigi, Berlino, Amsterdam e altri paesi.

Violenza troppo marcata per una commedia

Molto del divertimento di “Il tuo ex non muore mai” deriva dal vedere queste donne capire come sopravvivere a una situazione pericolosa dopo l’altra.

Le buffonate di Zany, i pesci fuor d’acqua lasciano il posto alla strategia e all’astuzia vera e propria. Audrey trova la spavalderia che le è sempre mancata, mentre Morgan impara a controllare la sua. Le pugnalate e le sparatorie folli abbondano. Un intero ristorante pieno di avventori viene cancellato in una grandine di spari. Un’olimpionica ginnasta (Ivanna Sakhno, il cui aspetto evoca un malvagio Miley Cyrus) prova un freddo piacere nel picchiare e torturare le nostre eroine.

“Il tuo ex non muore mai” salta avanti e indietro tra una violenza così scioccante e una commedia divertente, ma raramente le due cose combaciano.

Cast di attori di supporto molto buono, ma..

Il film vanta un fantastico cast di attori di supporto che non hanno quasi mai abbastanza da fare. Abbiamo un paio di momenti stuzzicanti di McKinnon che interagiscono al telefono con Jane Curtin e Paul Reiser nei panni dei genitori di Morgan nel New Jersey; è un casting divertente che vi lascerà con la voglia di qualcosa di più. Il sempre grande Fred Melamed si presenta esattamente in una scena che sembra frustrantemente breve. E McKinnon si gode un flirt con il rigido capo dell’MI6 di Gillian Anderson che è scintillante ma sembra un’idea poco sviluppata. Per quanto riguarda Audrey, lei è sull’orlo di un’improbabile storia d’amore con un agente britannico di bell’aspetto (Sam Heughan) che potrebbe essere più affidabile del suo ultimo fidanzato spia. Ma potrebbe anche non esserlo.

McKinnon non può fare molto per portare il peso di tutta questa trama e del caos sulle sue spalle sempre più capaci. Per quanto possa essere eccitante e imprevedibile come presenza comica, è quasi disegnata qui dentro come un personaggio da una sola nota. Ma quando la figura che interpreta è superficiale – come è stato anche il caso delle due estati passate nel riavvio di “Ghostbusters”, l’approccio unico di McKinnon comincia a sembrare un po’ un gioco da ragazzi.

Forse in futuro, finalmente, avremo la commedia che fa un uso ideale del formidabile talento di McKinnon. Un seguito di “Il tuo ex non muore mai “, anche se il finale suggerisce che probabilmente non sarà così.

Trailer “Il tuo ex non muore mai”.

Circa l'autore

Alessandra Moretti

Mi chiamo Alessandra e sono appassionata di film di tutti i generi, adoro anche la musica. Sono laureata in scienze della comunicazione. Nel tempo libero amo dedicarmi alla danza.